Liberi e nudi su instagram

C’è un genio del Montana, tale Aidan Weltner, fotografo, che ha creato una cosa chiamata #getyourassintonature, un progetto fotografico che raccoglie le foto di sederi liberi e nudi nella natura.

Belli e brutti, magri e grassi, abbronzati e bianchi, femminili e maschili, di gruppo, in coppia, singoli, di tutti i tipi.  Con l’account di instagram Get your Ass into Nature sfida gli utenti a denudarsi nella natura, per sentirsene parte integrante in modo più genuino, tentando di liberarsi, per il tempo di uno scatto, di una cultura tecnologicamente ossessionata. La gente sembra amare questa idea, infatti la pagina ha circa 60.000 seguaci cresciuti nel tempo, tanto che Aidan ha dovuto imporre delle precise linee guida per poter inviare la propria foto, ritrovandosi pieno di richieste.

«Despite what people may say, everyone has an urge to be outside and everyone has an urge to not wear any clothes,” he told: “So using a platform that instantaneously connects people and [uses] pictures, the feeling is inherently understood and it really relates to a lot of people. I get a lot of stories from people who say, ‘I never, ever, ever thought I’d enjoy being naked in a public place, but it was the most invigorating experience of my life and I’ve never felt so alive. [I get] all of these clichés, but still, it relates to a lot of people».

 

 

Si parla anche dell’intento di desessualizzare il corpo nudo, o comunque di combattere un po’ la sessualizzazione della nudità, operata dai media, che hanno certamente contribuito a rendere meno libero il modo in cui ognuno vive il proprio corpo. Ma onestamente non mi pare ci sia riuscito troppo. E’ lui stesso a dire infatti, facendo una semplice analisi dei like ai post, che una donna grassa è meno popolare di una magra, e cosa principale una donna grassa è meno popolare di un uomo grasso:

«I can post a picture of a pretty overweight guy and he gets a lot of [likes],” Weltner said. “I’ll post a picture of an overweight woman and it doesn’t get nearly as many likes as everything else. There will be negative comments».

Ma questa è un’altra storia.

Io direi di focalizzarsi su quanto sia fico denudarsi nella natura e su quanto Aidan ritiene sia utile a creare uno stacco positivo dal mondo:

 

 

«I’d never done it myself, and the first time I did it, I thought, ‘holy shit, that was really cool.’ I’d lived my entire life thinking that it was so weird to be naked. Everything kind of revolved around money and social praise, and you go outside and there’s nobody around to judge you. You feel confident, all of these great things came out of this one moment».

Rifatevi gli occhi con la pagina instagram del progetto Get your Ass into Nature e magari fateci un pensiero…

 

 

fonte: ATTN

Leaver a comment